Violazione degli obblighi di assistenza familiare

Violazione degli obblighi di assistenza familiare

La legge obbliga i genitori a fornire assistenza morale e mezzi materiali ai propri figli. Il genitore che si sottrae da questo obbligo commette un reato punibile con una multa e con un periodo di reclusione. È quindi possibile presentare una querela nei confronti del genitore che si suppone stia venendo meno ai suoi obblighi.

La legge italiana è molto chiara: l’art 570 del Codice Penale punisce con la reclusione fino ad un anno e con una multa il genitore che “si sottrae agli obblighi di assistenza inerenti alla responsabilità genitoriale, che malversa o dilapida i beni del figlio minore o che fa mancare i mezzi di sussistenza”.

Il caso più comune è il genitore che smette di versare l’assegno di mantenimento stabilito nel verbale di separazione con l’altro genitore. Tuttavia anche il mero disinteresse può essere sufficiente a giustificare una querela. Inoltre l’obbligo di assistenza morale e materiale investe anche il coniuge e i genitori.

I comportamenti che pongono le basi per una querela per violazione dell’art 570 cp sono:

  • L’abbandono del domicilio domestico;
  • Un comportamento contrario all’ordine o alla morale delle famiglie;
  • La dilapidazione dei beni del figlio minore, del coniuge o del pupillo;
  • La privazione dei mezzi di sussistenza ai figli minori o non abili al lavoro, ai genitori o al coniuge non separato per sua colpa.

Nel caso – più comune – in cui ad essere danneggiato sia un figlio minore la querela può scattare anche senza l’intervento dell’altro genitore. Di norma la querela parta da uno dei due genitori o dal suo rappresentante legale.

Lo scopo della querela è quello di riportare il genitore ai propri obblighi e di ottenere un risarcimento per il danno che la sua mancanza ha prodotto.

ALA Studio Legale

A.L.A. Studio Legale. Al tuo fianco per i tuoi diritti

Presentare una querela nei confronti di un genitore è un’operazione delicata. Bisogna sempre ponderare le scelte e avere come stella polare il benessere del minore. Se si sta valutando di procedere per vie legali per ricondurre il genitore ai propri obblighi o per chiedere un risarcimento per i danni determinati da simile condotta è bene non improvvisare. La scelta più saggia è farsi affiancare da un avvocato esperto in diritto familiare. ALA Studio Legale mette a disposizione dei suoi assistiti i suoi avvocati esperti, sensibili e attenti alle esigenze di genitori e minori.

Contattaci e richiedi un colloquio orientativo

Avvocato penale

ALA è uno studio legale dove operano avvocati professionisti dotati di grande esperienza nell’ambito delle cause penali. Quando nella vita entra in gioco il penalista vuol dire che si sta affrontando un passaggio importante che merita la massima attenzione e che non può prescindere dalla presenza di un legale dotato della competenza e della presenza necessaria a risolvere il caso nel migliore dei modi. ALA è la risposta per chi sta cercando un bravo penalista.

Le nostre sedi sono a Roma e a Bracciano (RM). Operiamo in tutta Italia.

Violazione degli obblighi di assistenza familiare
in breve

  • I genitori sono obbligati dalla legge a garantire ai figli supporto economico e morale
  • Se un genitore elude tale obbligo è possibile agire con una querela
  • La violazione degli obblighi di assistenza familiare ha risvolti penali e può condurre al carcere.
Contattaci