Ricorso e riesame indennità di disoccupazione (NASPI)

Ricorso e riesame indennità di disoccupazione (NASPI)

L’indennità di disoccupazione, in sigla NASPI, spetta a quei lavoratori che hanno perso il lavoro in determinate circostanze. La eroga l’INPS a seguito della presentazione di una domanda. A volte l’Ente può rigettare la richiesta di indennità di disoccupazione. In quel caso, a seconda della circostanza, è possibile presentare una domanda di riesame o un ricorso. Scopri quando è possibile agire e in che modo un avvocato esperto in diritto del lavoro può rappresentare una freccia importante al tuo arco.

Cos’è la NASPI e a chi spetta

La NASPI o indennità di disoccupazione è una misura che l’INPS accorda ai lavoratori che perdono il posto di lavoro. Per poter beneficiare della NASPI è necessario soddisfare alcuni requisiti e presentare una regolare domanda.

  • Bisogna essere in stato di disoccupazione, ossia non svolgere altri lavoro
  • Tale stato di disoccupazione dev’essere involontario. Si esclude pertanto il diritto alla NASPI in caso di dimissioni
  • Il lavoratore deve aver totalizzato 13 settimane di contributi nei 4 anni precedenti la disoccupazione
  • Il lavoratore deve aver svolto 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti la disoccupazione.

La domanda per la NASPI può essere presentata dal cittadino in autonomia o tramite un intermediario abilitato, come un avvocato del lavoro. Anche la domanda deve avere delle caratteristiche tra cui spiccano le due che seguono:

  • Deve essere inoltrata entro 68 giorni dall’interruzione del rapporto di lavoro
  • Deve contenere il modello sr163 debitamente compilato 

Domanda NASPI parzialmente o totalmente respinta

L’INPS ha 90 giorni di tempo per accettare o respingere la domanda. La domanda inoltre può essere respinta completamente, stabilendo ossia che il lavoratore non ha diritto alla NASPI. Oppure può essere accettata con delle caratteristiche che non soddisfano il lavoratore

  • Potrebbe accordare un importo errato
  • Potrebbe accordare un numero di settimane errato (il numero massimo è comunque di 24)

Riesame NASPI

La domanda di riesame va presentata quando si sono omessi dei documenti necessari (ad esempio tutto o parte del modello sr163); ossia quando la domanda è stata compilata male. Nella domanda di riesame il lavoratore dovrà preoccuparsi di completare la documentazione necessaria

Ricorso NASPI

Si sceglie la strada del ricorso quando l’INPS prende una decisione nel merito della documentazione presentata che non ha soddisfatto il lavoratore. Ad esempio in caso di rigetto della domanda. Di norma l’INPS rigetta la domanda quando ritiene che non siano presenti i requisiti necessari per accedere alla NASPI.

Il ricorso deve essere presentato entro 90 giorni dal rigetto della domanda.
L’INPS ha 90 giorni di tempo per pronunciarsi sul ricorso.
In caso di esito negativo del ricorso, il lavoratore può rivolgersi in ultima istanza  all’autorità giudiziaria (giudice previdenziale)

ALA Studio Legale

A.L.A. Studio Legale. Al tuo fianco per i tuoi diritti

Ricorso e riesame NAPSI permettono al lavoratore che si è visto rifiutare la domanda di ottenere l’indennità di disoccupazione. Iter burocratici, tempi di prescrizione serrati e complessità delle leggi rendono fondamentale la presenza di un bravo avvocato esperto in diritto del lavoro. Se vuoi ottenere i tuoi diritti non improvvisare: fai sul serio. Il nostro Studio Legale mette a tua disposizione i migliori avvocati del lavoro di Roma e Bracciano. Contattaci senza impegno per esporci la tua problematica; troveremo il modo per fornirti il supporto necessario.

Contattaci e richiedi un colloquio orientativo

Avvocato del lavoro

Il nostro Studio Legale offre supporto ai lavoratori che vogliono far valere i propri diritti nel confronti del datore di lavoro o che hanno bisogno di presentare un ricorso presso alcuni enti previdenziali come INAIL e INPS. Il mondo del lavoro è costellato da una fitta trama di leggi e norme e per potersi destreggiare al suo interno è fondamentale avere al proprio fianco un team di avvocati esperti che spesso arrivano dove un semplice CAF non riesce. Il legale può essere al tuo fianco per un ricorso all’INAIL, per opporsi a un licenziamento ingiusto, per ottenere dei contributi omessi, per un problema di ferie, TFR o stipendi non pagati o di infortuni sul lavoro non riconosciuti. Affidati a degli esperti di diritto del lavoro. Per i tuoi diritti scegli ALA.

Le nostre sedi sono a Roma e a Bracciano (RM). Operiamo in tutta Italia.

Ricorso e riesame indennità di disoccupazione (NASPI)
in breve

  • Se si commettono degli errori nella compilazione della domanda per la NASPI è possibile presentare domanda per il riesame
  • Se l’INPS rigetta la domanda perché ritiene che il lavoratore non abbia diritto alla NASPI è possibile – nei casi che lo permettono – presentare ricorso
  • Se la domanda è stata presentata oltre il termine dei 68 giorni dall’interruzione del rapporto di lavoro non c’è possibilità di ottenere un riesame. Il termine è tassativo
Contattaci